Feed per
Articoli
Commenti

immagine-2.png

Benigni: chapeau!

Che dobbiamo dire ancora di Benigni? È un grande! È riuscito ad esprimere l’essenza dell’Unità d’Italia e il valore assoluto di essere “popolo” meglio di qualsiasi discorso o cerimonia istituzionale. Da meditare su ciò che oggi abbiamo come classe politica in italia, ma anche sulla validità degli insegnanti che molto avrebbero da imparare sull’insegnamento.

 paolo-brunatto.jpg

Paolo Brunatto lo abbiamo incontrato una sera a casa sua dove abbiamo fatto una lunga chiacchierata e credo davvero che sia stata la sua ultima intervista.
Oggi su Repubblica troviamo un intervista a Bertolucci di Raimondo Bultrini che ricorda la sua amicizia con Paolo Brunatto.
Ci fa piacere segnalarvela e allegare il link per leggerla e non poteva esserci modo migliore per ricordarlo.

http://www.repubblica.it/persone/2010/12/17/news/paolo_brunatto-10328748/?ref=HRERO-1

1137946_77140531.jpg

Siamo finalmente al lavoro sul nuovo numero di Clatter, il problema è sempre il solito la disponibilità del tempo.
La chicca è una cronostoria su Woodstock curata da Walter Gatti, altrettanto interessante l’intervista con il gruppo Palermitano Cordepazze vincitori di Musicultura 2009 e l’incursione nel mondo hacker dove a chiarirci le idee c’è Roul Chiesa uno dei primi hacker italiani. Attualmente gestisce la “@ Mediaservice.net”, una società di sicurezza informatica, lo abbiamo incontrato quest’estate a Orvieto e ancora siamo stati alla mostra di Emilio Leofreddi a Roma…
Insomma qualcosa di buono da raccontarvi lo abbiamo, abbiate pazienza “man at work”

Clatter luglio 2009

cop3.jpg

Clicca sulla copertina o sul nome per sfogliarla
Clatter_3

In questo numero:
Michael Jackson “The King of Pop”
Micheal Jackson è uscito di scena pochi giorni prima del gran ritorno a Londra spezzando il cuore a milioni di fans nel mondo. Un personaggio controverso, un talento smisurato, una persona fragile, sconfinatamente sola. Alla ricerca di un’identità che è passata negli anni attraverso la trasformazione artificiale di un corpo (il suo) martoriato dalla chirurgia a conferma di un malessere interiore che lo ha portato ad isolarsi dal mondo lentamente ma inesorabilmente. Ma forse Michael non era di questo mondo. Bastava vederlo sul palco in concerto per capirlo. Era magico. Era il re.

Musica sostenibile le note che fanno bene al pianeta
L’attenzione all’ambiente da parte dei musicisti è un tema sempre più attuale e, diciamo la verità, anche un elemento di comunicazione ampiamente sfruttato dalle case di produzione soprattutto per promuovere i tour. Ma va bene, Stefania del Bianco aveva già affrontato l’argomento e si è resa disponibile, e la ringrazio, a far pubblicare il suo articolo su Clatter.

Gianni Di Crescenzo Do it
Un disco Jazz registrato in America nello studio dei Toto, con musicisti del calibro di Simon Phillips batterista dei Toto (Asia, Jeff Beck, Mick Jagger, Pete Townshend) al sax tenore Albert Wing (Frank Zappa, George Benson, Diana Ross) Lee Thornburg alla tromba (Supertramp, Jaco Pastorius, Willy de Ville) Dave Carpenter al contrabasso (Buddy Rich, Herbie Hancock, Philharmonic orchestra) Brandon Fields sax tenore, sax soprano (George Benson Earth Wind & Fire, Ray Charles) e ancora un batterista come Peter Erskine (Weather Report, Chick Corea, Jaco Pastorius). Lui è Gianni Di Crescenzo pianista che ha fatto sentire delle cose ad un amico che vive e lavora come musicista a Los Angeles e…

Yetmusic live experience continuano le serate live presso lo studio 451 Fahrenheit, questa volta di scena Stefano Spallotta & Nicoletta Evangelista - Maki Maria Matsuoka & Marina Mezzina;

Paolo Brunatto. Una sera nella casa di campagna di uno dei maestri del cinema sperimentale degli anni ’70 e grandissimo documentarista a parlare di cinema, documentari ed esperienze di vita in giro per il mondo.

Italo Scelza continuano i nostri incontri con il maestro questa volta per parlare del Futurismo

Fabrizio De André & PFM Evaporati in una nuvola rock.
Immagini tratte dal libro sulla storica tourné tra Fabrizio e la PFM per gentile concessione di Guido Harari, che non smetterò mai di ringraziare.

Note in rete: Il nuovo album di Luca Giordano, che ci ha spedito in redazione e di Giuseppe Righini che abbiamo incontrato su My Space.

Paolo Scaruffi: Iniziamo un appuntamento, che andrà avanti per più di qualche numero, per pubblicare delle schede sintetiche sui generi musicali, iniziamo dal Blues.

Continuate a scriverci e soprattutto ad inviarci la vostra musica.

Clatter gennaio 2009

cop2blog.jpg

Clicca sulla copertina o sul nome per sfogliarla
Clatter_2

In questo numero:
The President. Un’analisi sulle opportunità e aspettative rappresentate dall’elezione di Barack Obama a Presidente degli Stati Uniti d’America fatta da Stefano Gigotti prestigiosa firma del giornalismo RAI. Un opportunità per l’America e per il resto del mondo.

I Turbolenti. In sala d’incisione il simpatico gruppo rockabilly sta realizzando il loro primo CD con pezzi propri… in italiano. Un gruppo da tenere d’occhio e soprattutto da vedere live.

Yetmusic live experience. Innovativo progetto di co-produzione dello studio 451 Fahrenheit, nato per dare l’opportunità ai musicisti di esibirsi live, registrare e commercializzare la loro musica. Si è iniziato con la musica classica e noi di clatter c’eravamo e abbiamo intervistato Greta Insardi giovane pianista (17 anni) di grande talento e dalle idee chiare. Anthea String Trio interessante progetto nato nel 2007 per violino, viola e violoncello.

La scuola oggi. Quali riforme? Un articolo inchiesta pubblicato in due puntate, questa è la prima parte, che porta la firma del Prof. Bernardo Donfrancesco.

Italo Scelza, la storia dell’arte raccontata in prima persona a partire dagli anni 60. Una prospettiva molto personale sul mondo dell’arte a Roma negli anni della dolce vita.

Ottanta e non sentirli. Topolino festeggia ottant’anni portati magnificamente.

E poi le Rubriche di Cinema con il primo film distribuito gratuitamente sul web “Torno Subito” del regista Simone Damiani. Biblioteca con le recensioni del libro “Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia” di Tiziano Terzani e “L’Ultima Lezione” di Randy Pausch con Jeffrey Zaslow. Ancora la nuova rubrica Note in rete riservata ai gruppi segnalati in rete o che ci hanno contattato, in questo numero: Carmine Fanigliulo, Psicosuono, Clatter, Ephemeris, Alessio Menconi. Scanner l’informazione scannerizzata dai media.

Continuate a seguirci e a scriverci.

Nuovo numero di Clatter

È in fase di ultimazione il secondo numero di Clatter.
Chiusura prevista fine dicembre 2008. On line prima settimana del 2009. Vogliamo ringraziarvi per i numerosi contatti ricevuti e richieste di redazionali da pubblicare. A tal proposito abbiamo stilato un brevissimo vademecum di come inviarci il materiale. Consultate la pagina Invio materiale.
Visualizza il primo numero di Clatter_1

clatter ottobre 2008

copinterna3.jpg

Finalmente in rete clicca sulla copertina o sul nome per sfogliarla
Clatter_1

È stato più difficile di quanto pensassi, ma alla fine il primo numero è pronto. L’illustrazione del cuore in copertina è stata scelta a simbolo dell’impegno, della volontà e, appunto, “cuore” profuso nel realizzare un progetto che ha richiesto tempo e impegno. Grazie a questa dannata, meravigliosa invenzione che è internet è diventato realtà.

In questo numero:
Loreto Gismondi, violinista di grande sensibilità (ma con un cuore rock) ci racconta l’esperienza vissuta per la realizzazione del nuovo cd in cui reinterpreta le quattro stagioni di Vivaldi. Ci racconta di come si è evoluto il progetto e del rapporto della musica classica con i giovani.

Alex Valente, festeggia i 15 anni di attività con i next step e si racconta in un’intervista-biografia.

I tamburini del Bravio di Montepulciano, ho incontrato Luca e Simone, tamburini della contrada di Gracciano poco prima dell’inizio della sfilata per le strade del centro di Montepulciano. Ci raccontano del Bravio, delle musiche e di come ci si prepara per suonare per oltre tre ore in abiti medievali sotto il sole di agosto.

Giuseppe Netti, una chiacchierata seduti sui divani dello studio di registrazione 451 Fahrenheit in cui si racconta nel ruolo di cantante della cover band dei Marillion e…

Ennio Morricone. Lo ammetto questo è stato un colpo di fortuna inaspettato, ma è proprio lui. Il racconto del suo legame con la ciociaria, con Daniele Paris e il conservatorio di Frosinone nella conferenza stampa che ha preceduto di qualche giorno il concerto tenuto dallo stesso Morricone a Frosinone in occasione del Premio Internazionale Daniele Paris a lui assegnato.

Paul Newman, un ricordo in immagini a uno degli ultimi miti del cinema.

Mi auguro che qualcuno abbia la pazienza di leggersi le interviste che cerchiamo di pubblicare integralmente. Mi ha stupito, e ringrazio, l’interesse che ha suscitato la rivista prima ancora che venisse pubblicata. Alcuni personaggi di cultura già ci hanno dato disponibilità a un loro prossimo intevento.
Per adesso è fatta.

Bad Behavior has blocked 69 access attempts in the last 7 days.